domenica 4 ottobre 2009

Bastardi senza gloria


Sono appena tornato dalla visione dell'ultimo film di Quentin Tarantino.
E anche questa volta è un grande film.
La storia, inventata di sana pianta, si svolge durante la seconda guerra mondiale e vede fondere l'abilità narravita di Tarantino con l'ambientazione bellica: dialoghi lunghi, violenza improvvisa, esagerata ed inaspettata.
Superficialmente questo film può essere ritenuto un "liberamente" tratto da operazione Valchiria, ovviamente molto più bello e ben riuscito.
Sono film come questi che ti fanno venire voglia di correre al cinema e attendere fino alla fine dell'ultima riga dei titoli di coda.

1 commento:

Iride Libera ha detto...

Qui sono d'accordo anch'io ;)